Ferro-Sped-2000-Kft-image
Averty-artikel-2

Opzioni di personalizzazione, per la gioia del conducente

AVERTY Transport - Charles Dehergne

 

Secondo Charles Dehergne, direttore di TCDA, AVERTY Transports e DUTAY Transports, fornire ai conducenti il veicolo che desiderano contribuisce ad aumentare i livelli di coinvolgimento e fedeltà, promuovendo il successo del gruppo.

TCDA Group conta sui veicoli DAF per continuare a crescere con successo. Il gruppo è diretto da Charles Dehergne, che al momento della sua fondazione nel 2011 lavorava come spedizioniere, e si è fatto strada nel settore dei trasporti con l'acquisizione di AVERTY Transports e DUTAY Transports. Il gruppo, che deve il suo successo all'impegno sociale e alla condivisione dei benefit con i dipendenti, ha raggiunto un fatturato di 12 milioni di euro nel 2016.

Charles Dehergne conta sui propri collaboratori per arrivare a un fatturato di 20 milioni di euro l'anno prossimo, con il 2020 Performance Project. "Soddisfare i clienti è la mia massima priorità, e il segreto del mio successo consiste nell'ascoltare i dipendenti e assicurarmi che anche loro siano soddisfatti", afferma. Charles tiene molto ai suoi conducenti e spesso si confronta con loro sulla gestione del gruppo. "Io li vedo come i miei venditori in prima linea e li coinvolgo anche negli aspetti gestionali", spiega.

 

"Garantire la soddisfazione dei conducenti è fondamentale per il successo della mia azienda", afferma Charles Dehergne.

Dall'acquisizione da parte di TCDA Group, Averty Transports e Dutay Transports hanno iniziato ad aggiungere veicoli DAF alle proprie flotte, una scelta promossa dal direttore Charles Dehergne che riconosce l'eccellente rapporto qualità/prezzo del marchio e lo considera un mezzo per creare fedeltà tra i conducenti e farli sentire parte dell'azienda.

TCDA Group conta sui veicoli DAF per continuare a crescere con successo. Nato come spedizioniere al momento della fondazione da parte di Charles Dehergne nel 2011, il Gruppo ha fatto il suo ingresso nel settore dei trasporti industriali e refrigerati nell'aprile del 2012, con l'acquisizione di Averty Transports. Da allora, il giovane direttore del Gruppo ha acquistato due modelli DAF per integrare la flotta Averty, con soddisfazione immediata: "La filiale DAF locale mi ha offerto un buon prezzo per un contratto di cinque anni o 650.000 chilometri", spiega Charles Dehergne. I veicoli si sono dimostrati affidabili, efficienti in termini di consumo carburante ed estremamente efficaci per il trasporto refrigerato. Inoltre, la filiale DAF si è rivelata imbattibile in termini di attrezzature delle officine, servizi di manutenzione e relazioni con i clienti. Infine, l'eccellente rapporto qualità/prezzo dei veicoli DAF mi ha permesso di integrare la dimensione sociale che cercavo per i miei conducenti". 

 

Motivare i conducenti

Nato e cresciuto nel mondo dei trasporti grazie a suo zio, Charles Dehergne non è riuscito a trovare, tra i suoi datori di lavoro, la motivazione di personale e conducenti che considerava essenziale per la crescita aziendale: "Un'azienda che vuole progredire deve comunicare con i propri dipendenti e motivarli attraverso la partecipazione agli utili", spiega. "È così che se ne guadagna il rispetto e l'impegno. Tuttavia, mi fu detto che era fuori questione creare un laboratorio sociale a spese dell'azienda. Così ne ho creato uno io stesso, beneficiando ben presto dei risultati: se al momento della cessione Averty mostrava una perdita di 150.000 euro, la mia gestione sociale e la partecipazione agli utili di dipendenti e conducenti hanno fruttato, l'anno successivo, ben 800.000 euro".

Volumi maggiori e meno conducenti

Nel 2016 Charles Dehergne aveva previsto la fine della crisi del settore dei trasporti e il fatto che, pertanto, i suoi conducenti avrebbero rivestito un ruolo fondamentale per raggiungere gli obiettivi di vendita di 14 milioni di euro per il 2017 e 20 milioni di euro per il 2020 contemplati dal suo 2020 Performance Project: "Sapevo che la contrazione delle flotte causata dalla crisi avrebbe costretto le aziende a una migliore gestione del trasporto", afferma il direttore di TCDA. "Con l'aumento di volume accompagnato dalla carenza di conducenti, sapevo che i clienti avrebbero prestato maggiore attenzione alle nostre offerte e ai nostri servizi. Mi sono quindi prefissato l'obiettivo di fornire ad ogni cliente o potenziale cliente informazioni sulla nostra attività in modo che potessero fare previsioni sui loro piani di trasporto. Quando le informazioni sono confermate, il cliente si ricorda e mi chiama". 

Averty-artikel-1
 

Responsabilizzazione dei conducenti

Allo stesso tempo, Charles Dehergne ha preparato i suoi dipendenti a rispondere alle richieste degli spedizionieri entro 48 ore: "Poiché la mia motivazione mi spinge a rendere felici i clienti mettendoli al centro delle mie preoccupazioni, la chiave del successo di questa strategia sta nel coinvolgere gli operatori e i conducenti nel mio business plan", insiste. "Per questo, faccio di tutto per renderli felici, in cambio del loro impegno; perché sono loro a mandare avanti l'azienda quando io non ci sono". I conducenti sono il cuore del suo modello di servizio: "Oltre a giornate di team-building tra team delle attività operative e conducenti, organizzo ogni due mesi un gruppo di lavoro con due conducenti consulenti. Esaminiamo tutte le aree di non conformità in modo che conducenti e team delle attività operative possano lavorare insieme in modo efficace. Li responsabilizzo discutendo dei risultati aziendali, dei costi del carburante e degli incidenti. Li rendo partecipi inoltre dei risultati commerciali e degli investimenti previsti. In cambio, loro mi raccontano di eventuali lamentele e desideri dei conducenti e condividono con me eventuali informazioni commerciali carpite dai clienti. Da parte mia, cerco di dimostrare la mia gratitudine cercando di soddisfare i loro desideri".

17 veicoli DAF acquistati in 18 mesi

Charles Dehergne ha invitato i suoi conducenti a scegliere i dieci nuovi veicoli della flotta, la scelta è ricaduta sul DAF XF510, immediatamente approvata dal direttore TCDA. "Con il suo cambio automatico, il DAF XF 510 Euro 6 è affidabile e performante", afferma Charles Dehergne. "I deflettori laterali aumentano l'efficienza nel consumo di carburante, oltre a conferirgli un bell'aspetto. L'ampia cabina è molto comoda per i conducenti, mentre i fari sul tetto svolgono un'importante funzione di sicurezza per i viaggi di notte. Infine, l'eccellente rapporto qualità/prezzo ha rappresentato un'altra opportunità per rafforzare la dimensione sociale con i miei conducenti". All'inizio del 2017 Charles Dehergne ha acquistato dieci DAF XF510 Super Space Cab, tutti dotati di contenitori refrigerati, cuccette con materasso, TV, impianto di climatizzazione diurno e fari sul tetto. I conducenti ne sono stati subito conquistati. Deliziato da questo successo, Charles Dehergne ha continuato ad acquistare altri veicoli DAF: "Nel 2018, ho acquistato due DAF XF510 per Averty e due XF480 (modello più versatile) per DUTAY, tutti Super Space Cab", afferma. Alla fine di febbraio, Dutay riceverà altri tre XF480 Super Space Cab. "In 18 mesi, abbiamo acquistato 17 veicoli DAF". 

1.500 € extra sul valore residuo

Nel TCDA Group, Charles Dehergne è il più soddisfatto: "Tutte queste caratteristiche mi sono costate tra i 5.000 e i 6.000 euro in più a veicolo, ma mi hanno permesso di reclutare e trattenere i migliori conducenti", confida Charles Dehergne. "So inoltre che al momento di rivenderli, otterrò 1.500 euro extra da ognuno". Il giovane manager è inoltre riuscito a migliorare la vita di tutti i giorni dei suoi conducenti fornendo docce e servizi igienici confortevoli nella nuova sede inaugurata a giugno 2018 ad Aizenay. Il parcheggio dispone di due distributori dotati di un piccolo satellite per il secondo serbatoio: "I conducenti non sono più costretti a infilarsi sotto al veicolo con il tubo del carburante per riempirlo", afferma con soddisfazione. Sempre nel parcheggio, sono presenti tre autolavaggi, uno dei quali dotato di piattaforma e tubi Karcher fissati a una struttura sollevata: "Con questi tubi, i conducenti possono lavare con facilità ruote e tetto dei rimorchi", spiega Charles Dehergne. "Questa attrezzatura consente loro di risparmiare quaranta minuti durante il lavaggio settimanale del veicolo". 

Il punto di vista del conducente: "Un veicolo DAF è sempre comodo"

C'è una lunga storia d'amore tra Aurélien Bignon e i veicoli DAF: "Ho viaggiato sui veicoli DAF da bambino, con mio padre che era un conducente, mentre mia madre lavorava nelle operazioni", racconta. "Il mio primo lavoro come conducente è stato con un DAF, nel 2002". Per questo non vedeva l'ora di mettersi alla guida di uno dei dieci DAF XF510 Super Space Cab acquistati da Averty Transports a gennaio del 2017. Ma non era cosa facile, visto che per loro, dal 2015, copriva solo le rotte nazionali: "Mi sarebbe dispiaciuto tantissimo non riuscirci", confessa. Ecco perché ottenere un DAF XF 510 dotato dei migliori optional per le sue trasferte settimanali, in cui trasporta prodotti freschi e surgelati da Aizenay (85) a Parigi lo ha fatto così felice: "Un DAF è sempre così comodo", inizia a spiegare, con gli occhi che luccicano. "Ha una cabina grande, una cuccetta con un materasso comodo, un contenitore refrigerato e una TV... una vera delizia. Il quadro strumenti ergonomico ha tutti i comandi a portata di mano e il volante è perfetto per una guida di precisione".

Orgoglioso del suo DAF

Per chi guida di notte sulle rotte principali, il lungo raggio d'azione dei fari sul tetto è una manna dal cielo: "Quando guido tra i boschi, vedo gli animali selvatici che attraversano la strada". Ma la funzione che più apprezza è l'impianto di climatizzazione diurno: "L'impianto di climatizzazione mantiene una temperatura costante nella cabina, anche d'estate", spiega. "Mi stanco meno, dormo meglio e sono più felice sul lavoro. All'improvviso, i clienti si rilassano e iniziamo a parlare del viaggio, oppure mi dicono quanto all'avanguardia sia il mio veicolo. E sono felici di caricare le proprie merci a bordo". Aurélien Bignon è orgoglioso del suo DAF e grato al suo capo. Si vede nella Averty Transports ancora per molto tempo e, dopo dieci anni di servizio, ha un'ambizione: "Diventare un conducente consulente", ci confida.